L'atleta più forte agli Europei in Vasca Corta (Maschi)

Dopo aver scoperto le nazioni più forti di sempre ai Campionati Europei in Vasca Corta, andiamo alla ricerca del miglior specialista di questa competizione. Per farlo, come di consueto, passeremo attraverso tre classifiche: il MEDAGLIERE, il CAMPIONE DEI CAMPIONI ed il CAMPIONE LONGEVO.

MEDAGLIERE MASCHI

Pur essendo una competizione piuttosto recente, i Campionati Europei in Vasca Corta presentano una classifica abbastanza lunga, piena di grandi campioni del nuoto continentale ma anche di grandi specialisti della vasca da 25 metri. Scopriamo subito chi vince il medagliere generale, ovvero quello che tiene conto delle gare individuali e delle staffette.



Non a caso, in testa al medagliere troviamo il tedesco Thomas Rupprath, specialista di dorso e farfalla veloci, ma soprattutto specialista della vasca corta: il teutonico non è nemmeno nella top ten della stessa classifica rivolta agli europei di vasca lunga.

Al secondo posto troviamo invece l’inossidabile Laszlo Cseh, atleta infinito che sta vivendo una seconda gioventù e che era al primo posto nel 2013 della medesima classifica in vasca lunga. Dopo di lui, una serie di grandi specialisti dei 25 metri: il ranista Lisogor, lo specialista dei 100 misti Peter Mankoc ed il grande velocista britannico Foster.

Il primo degli azzurri, con 8 titoli totali, è Filippo Magnini, seguito a ruota dall’olimpionico e polivalente Massi Rosolino. Cinque ori a testa anche per Fabio Scozzoli, atteso quest’anno ad un rientro proprio nella competizione continentale, ed Emiliano Brembilla.




Anche guardando la classifica che tiene conto delle sole medaglie individuali, le prime due posizioni non cambiano. Rupprath vede diminuire il suo vantaggio nei confronti di Cseh, che ha ancora una possibilità per balzare in vetta alla graduatoria. Al terzo posto sale Mark Foster, mentre Massimiliano Rosolino fa un balzo in avanti fino alla settima piazza.




Come era facilmente intuibile, anche nel medagliere riservato agli staffettisti la testa della classifica è di Thomas Rupprath, seguito dal suo compagno di squadra (e spesso anche di staffette) Mark Warnecke.


IL CAMPIONE DEI CAMPIONI

La classifica del campione dei campioni è la graduatoria che cerca di individuare l’atleta più forte in ogni specialità, tenendo conto della proporzione tra il tempo effettuato per vincere l’oro ed il record del mondo allora in vigore.

Attribuendo 100 punti al tempo record del mondo, il Campione dei Campioni Europei è l’atleta che ha fatto registrare il punteggio migliore nella finale in cui ha vinto l’oro. Qui di seguito trovate la lista del Campione dei Campioni Europei, uno per ogni gara.



È l’ungherese Daniel Gyurta, campione di tutto nei 200 rana, ad aggiudicarsi la corona di Campione dei Campioni: il suo WR del 2009 rappresenta un tempo, pur aiutato dal costume in gomma, davvero spettacolare (Gyurta lo ha migliorato, senza l’ausilio del costumone, nel 2014 ndr). Seconda posizione per Mark Warnecke, il velocissimo ranista teutonico dominatore dei 50 sul finire degli anni 90. Terza piazza per l’immancabile Laszlo Cseh: nel 2005 a Trieste nuotò un 400 misto spettacolare, vicinissimo al limite dei 4 minuti. In classifica è presente anche un italiano, ovvero l’ex capitano azzurro Emiliano Brembilla: sua la palma di campione dei 400 stile grazie alla prestazione nella vittoriosa finale del 1998.

IL CAMPIONE LONGEVO

Chiudiamo la nostra analisi sul mondo maschile con la classifica che confronta gli atleti pluri vincitori di titoli europei nella stessa specialità.


Lo sloveno Peter Mankoc si aggiudica questa graduatoria grazie alla sua specializzazione nei 100 misti, gara molto spettacolare non a caso prerogativa della vasca da 25 metri. Mankoc ha vinto 10 titoli nella distanza, di cui ben 9 consecutivi, striscia di imbattibilità più lunga in assoluto.

Al secondo posto troviamo lo svedese Oleg Lisogor, 7 titoli consecutivi nei 50 rana, seguito da Mark Foster e Thomas Rupprath a quota 6. Tre gli italiani che ricordiamo in questa graduatoria, tutti a quota 4 ori: si tratta di Emilano Brembilla e Massimiliano Rosolino (entrambi poker nei 400 stile) e di Filippo Magnini (200 stile).