Europei Netanya 2015 - Bilancio Finale

L’edizione 2015 dei Campionati Europei di nuoto è giunta al termine e per noi è arrivato il momento di tirare le somme.


In un’edizione davvero generosa per i colori italiani, partiamo come sempre aggiornando il medagliere ufficiale.


L’UNGHERIA vince il medagliere generale della manifestazione, con due campioni come LASZLO CSEH e KATINKA HOSSZU che da soli dominano il computo di ori conquistati.

Ma non possiamo non citare la favolosa prestazione dell’ITALIA, che a questi campionati si è dimostrata formazione solida, competitiva e mai doma. Conferme importanti vengono dai nostri leader (Paltrinieri e Pellegrini su tutti), dalle staffette (sempre a medaglia) e da tutta la spedizione, che torna a casa dalla rassegna continentale con il morale alto e un ottimo primo step completato in vista dell’anno olimpico.

Il bottino azzurro comprende, tra l’altro, 17 medaglie totali (come noi solo la Russia), la vittoria nella classifica a punti e due ori su due nelle staffette miste oltre che la vittoria nel Medagliere Staffette, che vi proponiamo in esclusiva.


Diamo un’occhiata invece alla classifica finale del CAMPIONE DEI CAMPIONI.


L’ultima giornata non lascia sorprese dal punto di vista della classifica che assegna il premio di Campione dei Campioni, vinto dall’atleta che in finale ha migliorato (o si è avvicinato) di più il record del mondo.

Celebriamo quindi la vittoria tra le donne di KATINKA HOSSZU: la Iron lady, autrice in finale del WR nei 100 misti ed in batteria dei 400 misti, si prende anche questo premio oltre ai sei ori individuali, “sporcati” dall’argento in chiusura nei 400 stile.

Ma la miglior prestazione assoluta va al nostro GREGORIO PALTRINIERI. Ci rimarranno a lungo negli occhi quei 14 minuti e 8 secondi durante i quali il nostro Campione ha cavalcato verso lo sgretolamento del record di Grant Hackett. (qui trovate i passaggi dei due record a confronto)

Prima di concludere, mettiamo a confronto in un’unica tabella i campioni dell’edizione 2013 con quelli dell’edizione appena conclusa.


A dispetto degli assenti (su tutti l’intera spedizione francese oltre che alcuni altri big), in ben 22 occasioni il tempo del vincitore 2015 è migliore di quello del 2013. Solo in 11 gare individuali, invece, l’edizione conclusasi oggi ha peggiorato il tempo del vincitore: curioso osservare che di queste 11, 3 sono di gare vinte nel 2013 da Mireia Belmonte Garcia ed altrettante da Vladimir Morozov.

Rimanete su Fatti di Nuoto: lunedì prossimo un nuovo aggiornamento!

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,