Criteria 2016 - Bilancio Maschile

Anche i maschi hanno terminato la tre giorni di gare a Riccione, passiamo subito ai bilanci senza perdere tempo!

 

14 record migliorati ed uno eguagliato: questo il bottino dei maschi nell’edizione 2016 dei Criteria: praticamente lo stesso dell’edizione dello scorso anno. L’annata con più record resta quella del 2009, che perde quest’anno 2 primati di categoria. Più sbilanciata la suddivisione dei record rispetto al settore femminile: 8 miglioramenti nelle categorie ragazzi, 6 in quelle junior ed una soltanto tra i cadetti: sembra arrivare una nuova ed arrembante generazione di nuotatori.

Come già fatto per le femmine, vediamo ora l’andamento delle varie specialità, partendo dallo stile libero. Nelle tabelle troverete il record dei Criteria, i tempi dei vincitori dal 2012 ad oggi, il gap tra il tempo vincitore 2016 ed il record ed infine i punti effettuati (su base 100) dal vincitore 2016 rispetto al record.


Dei 4 record migliorati nelle specialità a stile libero, due sono bottino di Thomas Ceccon (50 e 100 stile) della società Leosport Villafranca: nei 50 stile il giovane atleta mette a segno anche il miglior punteggio di tutti i Criteria paragonato al record precedente (102,60 punti) Gli altri due primati vengono messi a segno da Federico Burdisso (Gestisport) nei 400 stile ragazzi 15 anni e da Johannes Calloni (Mol Team) nei 1500 stile ragazzi 16 anni.


Con 5 record migliorati, il dorso si conferma (come nel settore femminile) lo stile più hot del panorama nazionale giovanile. Assoluto mattatore è Lorenzo Mora dei Vigli del Fuoco Modena, che migliora i record dei 50, 100 e 200 junior 18 anni. Anche Thomas Ceccon è scatenato e, nella stessa giornata dei 100 stile, migliora anche il primato di categoria dei 200 dorso, stessa distanza nella quale va al primato anche Emanuel Fava (Rari Nantes Torino) tra gli junior primo anno.


Un solo record della manifestazione viene abbassato nella rana, e si tratta dei 50 rana junior primo anno: a metterlo a segno è Alessandro Pinzuti dello Sport Cortona.


Anche la farfalla si ferma ad un record migliorato, ed è quello dei 200 junior secondo anno: a metterlo a segno è Federico Bracco della Rari Nantes Torino.


Anche i misti sono una specialità in fermento, e lo dimostrano i quattro record caduti in questa edizione. Tra questi, l’unico primato cadetti dei Criteria, quello di Raffaele Tavoletta dell’Aurelia Nuoto.  Pietro Paolo Sarpe migliora il record dei 400 misti ragazzi, mentre Thomas Ceccon mette a segno altri due primati (e chiude ad un totale di 5 record) migliorando i limiti della sua categoria sia nei 200 che nei 400 misti.



Contando le edizioni dal 2011 ad oggi, solo i cadetti del Centro Nuoto Torino hanno ottenuto la miglior prestazione, nuotando 3,16,04 nella 4x100 stile libero.